PRIMO PIANO

valtorta2

TERREMOTO, LEIDAA: RACCOLTE ANCHE A ROMA, SESTO, EBOLI E VARESE

Fra le numerose iniziative che la Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente ha messo in campo per soccorrere uomini e animali coinvolti nel terremoto si segnalano quelle di varie sezioni sparse per l'Italia.
IMG_0659_3

CANE TORTURATO E UCCISO A SANGINETO, BRAMBILLA: “IL COMUNE SIA PARTE CIVILE”

L’amministrazione di Sangineto segua l’esempio della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente e delle altre associazioni protezioniste: chieda di costituirsi parte civile nel processo contro i quattro ragazzi che, il mese scorso, hanno catturato, impiccato, seviziato e ucciso il cane Angelo, girando un video successivamente postato su Facebook. E’ l’invito dell’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente dell’onlus animalista, in un messaggio inviato ai manifestanti che questo pomeriggio si sono riuniti nel comune cosentino, per ricordare il barbaro gesto e per reclamare giustizia.

PORTAMI A CASA

arturo

ARTURO

Da quando i suoi proprietari l'hanno lasciato al canile, Arturo è caduto in depressione: non abbaia, non si muove, non vuole mangiare. Rimane sempre nello stesso punto, con lo sguardo attento, aspettando qualcuno che non arriva mai.

ULTIMO VIDEO


TG2. ON. BRAMBILLA PRESENTA VIDEO SUI BOK NAL COREANI E INIZIATIVE DI CONTRASTO

LE NOSTRE CAMPAGNE

_BannerHP_1390x490px__5xMILLE_animato

LE NOSTRE PETIZIONI

firma

SEGUICI

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

 

SOCIAL

FACEBOOK

NO AI CANI GUIDA IN HOTEL, ON. BRAMBILLA: “INAMMISSIBILE”

E’ “inammissibile” il comportamento degli albergatori – le ultime segnalazioni provengono da Rimini, Frascati e Fiumicino – che rifiutano la prenotazione ad una persona priva di vista perché accompagnata dal suo cane guida. Lo afferma l’on. Michela Vittoria Brambilla, ex ministro del Turismo nel governo Berlusconi IV e presidente della Lega italiana per la Difesa degli animali e dell’Ambiente, chiedendo l’applicazione della massima sanzione amministrativa prevista dalla legge e l’intervento degli organismi di categoria.

“Quello di accedere agli esercizi aperti al pubblico con il proprio cane guida – sottolinea l’ex ministro – è un diritto riconosciuto al non vedente da una legge che ha oltre quarant’anni e che è stata ritoccata l’ultima volta nel 2006. Nessuna sedicente “politica aziendale” può giustificarne la disapplicazione, che dev’essere severamente punita con la sanzione pecuniaria stabilita dalla legge, fino a 2.500 euro. Sarebbe inoltre opportuno l’intervento degli organismi di categoria per ricordare ai gestori degli alberghi che praticano questa odiosa forma di discriminazione quali sono le regole di comportamento. Tanto più che, in alcuni casi, l’intenzione di discriminare è messa addirittura per iscritto, sui siti internet degli esercizi. Sono cose che un Paese civile non può accettare. Si svegli anche il governo”.
... See MoreSee Less

View on Facebook

YOUTUBE

INSTAGRAM

TWITTER

Aiutateci a trovare Lola, la cagnolina di Valerio. Se la vedete fra le macerie contattate il numero 380.2815639 https://t.co/R0yD2JJeRB
- lunedì Ago 29 - 9:29am

logo_nelcuore

QUOTIDIANO ONLINE CON NOTIZIE DI ANIMALI E AMBIENTE DAL MONDO